Confronta il prezzo!

27 settembre 2009

Come detto qui, si sta organizzando una campagna di comparazione prezzi nelle varie regioni e città d’Italia.
Ogni partecipante si segnerà i prezzi dei 5 prodotti nella lista e li pubblicherà nei commenti. Più saranno i partecipanti, più l’indagine sarà accurata.
Seguendo i consigli di Mas e Paola, i prodotti da confrontare sono:

  • 1 kg di pane comune*
  • 1 litro di latte Granarolo scremato UHT
  • 0,5 kg di Spaghetti Barilla
  • 1 litro d’olio extravergine d’oliva Carapelli
  • 800 g di Macine Mulino Bianco

(* = oh, ci credereste che non esiste un pane nazionale? Facciamo un kilo di pane a caso, del tipo più comune e diffuso che conoscete)

1 kg di Pane Comune 1 litro di latte Granarolo scremato UHT 0.5 kg di Spaghetti Barilla 1 litro d’olio extravergine d’oliva Carapelli 800 g di Macine Mulino Bianco
Ravenna Conad: 3.30 1.10 0.68 3.80 2.35
Bergamo Coop:
2.74 1.25 0.79 5.19 2.84
Bergamo Auchan: 2.85 1.00 0.79 5.05 2.49
Perugia Emisfero: 1.64 0.98 0.78 4.90 2.36
Perugia Ipercoop: 1.98 0.96 0.62 4.88 2.12
Taranto Conad: 2.20 1.05 0.69 3.35 2.65
Torino Gigante: 2.60 1.39 0.77 4.60 1.98

Sono solo canzonette

23 febbraio 2009

Volevo inventare un meme. Una catena di Sant’Antonio.
L’ho appena fatto. Già, già! Una catena tutta mia! L’ho pensata un po’ di settimane fa, ma con San Remo me la sono maturata bene.
Sentite qua che bella idea: chiunque parteciperà al meme, sarà costretto per i prossimi quattro giorni a mettere come titolo del post un titolo di una canzone.
Figo, no?

Tipo di meme: meme continuativo (dura quattro giorni, indifferentemente dal numero di post che fai! Tié!).

Catena di Sant’Antonio: giralo a quante persone ti pare.

Rivolto a: tutti i blogger presenti nel mio blogroll. Consideratevi tutti coinvolti. Guardate che vengo a controllare, eh?

Condizioni: usare come titolo di tutti i post, per tutta la durata del “meme time” (4 giorni), dei titoli di canzoni o di album.

Edit. Più o meno consapevolmente hanno partecipato: PirkafSheldon Pax, neru 1, neru 2, Acidshampoo, Paola, Sundance Kid 1, Sundance Kid 2, Stefano, Scogliera, Scogliera 2 (molto carina, una delle mie canzoni preferite), Weltall

Ma la vincitrice assoluta è

La catena autobiografica

15 dicembre 2007

1) Chi o cosa ti ha spinto a creare un blog?
Quale dei tre? Andiamo con ordine. Prima rimasi un po’ su msn-spaces, poi passai a splinder, poi, finalmente, traslocai definitivamente qui. Hytok mi ha chiesto perché non importo i vecchi post. Non so perché, forse perché non li sento “aderenti” al nuovo spirito del sito. I primi due comunque erano nati per caso, così, per scrivere qualcosa. Quest’ultimo invece è nato per la voglia di parlare di ciò che normalmente lontano dal pc non si parla. Dal fumetto al film, all’attualità o la politica, ma pure il Cammino di Santiago. La strada in salita è strettamente legata al Cammino. Un modo per lasciare l’impronta nella mente – solitamente smemorata – e non dimenticare mai.

2) Il tuo primo post?
Qui sulla strada in salita? questo di presentazione. Niente di che.

3) Il post di cui ti vergogni di più?
Nessuno. Magari qualcuno è meno riuscito di altri, ma sono pur sempre miei parti. Ogni scarrafone è bello a mamma sua.

4) Il post di cui sei più fiero.
Ce ne sono tanti. Innanzitutto fa sempre piacere quando ti dicono che hai fatto un bel post, anche quando non è vero. Ecco, mettiamo dentro tutti quelli.
Aggiungiamo poi che il preferito dalla gente non è per forza il preferito dall’autore: questo su Sandro Buratti, che non mi piace un granché, è stato il più visitato di sempre, con un picco di più di 500 visitatori unici avuti in un giorno. Come dimenticare poi l’intervento di Mauro Boselli (sperando non sia un fake!) su una recensione di Dampyr? I raccontini su “i protagonisti” mi piacciono molto, e pure Matteo Saltafossi vs. Berlusconi.
Insomma, cara strada in salita, sono fiero di te. Tra tre settimana compi un anno e qui si farà gran festa!

UPDATE: dimenticavo di dire alcune informazioni di servizio. Il meme (o catena che dir si voglia) proviene dal sempreverde TFM e viene passato dal sottoscritto a tutti quelli che non l’hanno ancora fatto.

8 + 8 = 2 meme

4 ottobre 2007

Leggi il meme 1

Show »

Coinvolto da CBicp rispondo alla domanda:
QUALI SONO SECONDO TE LE OTTO COSE FATTE, DETTE, SCRITTE O PENSATE DI CUI L’UMANITÀ POTEVA SERENAMENTE FARE A MENO?
1) I porri. Cucinati in qualsiasi maniera, rimangono pur sempre le verdure più schifose della terra. Il Signore poteva evitare di crearli e magari dedicare cinque minuti del suo tempo per inventare l’albero del caramello che – ahimé – non esiste.
2) Il pronto legno vivo. Ogni volta che sento il suo odore, stramazzo al suolo col mal di testa. La sua utilità è tutt’ora dubbia, quindi via dalla storia.
3) Amici di Maria De Filippi. Ma che gusto c’è nel vedere cantare e ballare gente che a cantare e ballare non è neanche troppo capace?
4) MySpace. Perché brutto e inutile.
5) Lo “switch”, il quarto aiuto di Chi vuol essere milionario. Erano già più che sufficienti gli altri tre.
6) Internet. Perché c’è disponibilità di troppa tecnologia… internet va chiuso! Anzi, bisogna censurare le parole pericolose! (sic) Devo spiegarvi che era una battuta? In verità l’umanità poteva tranquillamente fare a meno di queste dichiarazioni.
7) « È una vittoria dell’identità italiana, di una squadra che ha schierato lombardi, napoletani, veneti e calabresi e che ha battuto una squadra, la Francia, che, per ottenere dei risultati, ha sacrificato la sua identità schierando negri, musulmani e comunisti. » Roberto Calderoli
8) Miss Italia

Leggi il meme 2

Show »

Coinvolto da TFM elenco invece 8 COSE A CASO SU DI ME:
1) Non tutti lo sanno ma… sono un trekker. Mi considero per certi versi un ex-trekker ma, come mi fa notare Sheldon, un trekker è per sempre come i diamanti e nei secoli fedele come i carabinieri.
2) Porto sfiga. Sono uno iettatore professionista. Riesco anche a incanalare la sfiga verso bersagli prestabiliti.
3) Sono un fissato dei plastici ma non ne ho mai avuto uno. Da piccolo volevo farmi il plastico cittadino per le micromachines, poi un plastico per i trenini (che non ho mai posseduto). Ora, nelle rare occasioni in cui entro in Blues Brothers o negozi simili, vorrei farmi il plastico della breccia di Rohan o un villaggio francese della seconda guerra mondiale. Tra qualche anno probabilmente vorrò farmi il plastico della villa di Cogne o della casa di Garlasco.
4) Ho un morboso e maniacale istinto alla catalogazione. Catalogazione che può riguardare l’ordine dei dvd nella videoteca (genere, regista, attore, giudizio), l’ordine dei libri nella biblioteca (genere, autore, pagine, casa editrice, giudizio), l’ordine dei fumetti in giro per casa (genere, casa editrice, giudizio, autori e disegnatori), la disposizione di fogli, fogliettini, la trascrizione di messaggi importanti, l’archiviazione di email, l’esaustiva descrizione accompagnante ogni singola foto scattata. Mi dicono che per questo motivo (e perché non capisco al volo le battute) potrei avere la sindrome di Asperger.
5) Bevo acqua gassata. L’acqua naturale la bevo solo se fredda, quasi ghiacciata.
6) Diffido dai parcheggi sul lato sinistro della strada, preferendo quelli a destra. Paradossalmente però, quelli a destra a volte li toppo, quelli a sinistra invece riescono quasi sempre.
7) Sono un ipocondriaco.
8) Per diverso tempo – e in taluni giorni ancora adesso – ho creduto che un fantasma si fosse insediato in casa mia.

Chi coinvolgere? Uhm… non saprei… soprattutto perché non so se il “regalo” di un meme sarebbe gradito.
Io “nomino” Loredana, Sheldon e Marco, lasciando loro la scelta per il meme al quale partecipare e soprattutto lasciando loro la scelta se partecipare o no.
Giro inoltre il meme di CBicp a TFM e il meme di TFM a CBicp. Ah, giro entrambi anche al nuovissimo collaboratore de LSIS, Leo, se ha voglia.
E, ovviamente, se non ne avete voglia… tanto meglio: significa che avete tutti i neuroni ancora al loro posto.