Beholder collectors set

28 dicembre 2010

Quello che i master di tutto il mondo aspettavano da tempo: una bella confezione tematica, senza random, con dei bei mostroni classici da sfoderare al tavolo da gioco.
I 4 beholder sono in dirittura d’arrivo.


Immagini tratte da Phdgames.com.

Bilancio 2010

26 dicembre 2010

Un anno fa, quando avevo tempo e voglia di aggiornare quotidianamente il blog, avevo stilato una lista di buoni propositi cine-letterari per l’anno 2010. Ora che siamo agli sgoccioli dell’anno, direi che possiamo tirare le somme e vedere se sono riuscito a raggiungere almeno uno di quegli obiettivi.

  • Leggere almeno 10 autori italiani non ancora letti. Tabucchi, Murgia, Bajani, Saviano, Culicchia, Gramellini, Catalano, Elkann. (Di Carlotto e Manfredi avevo letto qualche pagina, quindi niente). Con i libri non di narrativa, riuscirei a superare la soglia.
  • Leggere almeno 10 classici italiani o stranieri. Manco po’ cazz.
  • Leggere libri di almeno 10 nazioni diverse. Manco po’ cazz.
  • Leggere almeno 40 libri. Strana cosa avvenne nel mio cervello. Io ho smesso di leggere il 31 luglio. Dopodiché, qualche libro l’ho ancora letto, raramente l’ho finito, ancor più raramente mi è piaciuto. Dei 31 libri iniziati nel 2010, solo 7  sono stati iniziati dopo la fine di luglio. A luglio ero dunque con una media più che soddisfacente.
  • Guardare almeno 40 film. Non li ho contati ma difficilmente sono stati 40.
  • Guardare almeno 30 film horror prima di andare a dormire. Ne avrò guardati sì e no 4. La fascia giornaliera “prima di andare a dormire” ha smesso di esistere. Se esci con ragazza, amici, parenti, torni a casa e non hai voglia di guardarti un intero film.
  • Guardare almeno 10 film italiani. Macché.
  • Guardare almeno 5 film non italiani o statiunitensi. Macché.
  • Guardare almeno 6 stagioni di telefilm. Uhm, Lost 6, Heroes 2 e 3, Warehouse 13 1, Happy Town, Doctor Who 1, 2 e 3, Fringe 1 e 2, e qualcos’altro che ora mi sfugge.
  • Guardare almeno 2 stagioni di telefilm italiani. Boris 1, 2 e 3. Un capolavoro.

Fra qualche giorno ci riprovo con i buoni propositi per l’anno 2011.

Ho l’iPhone 4

22 dicembre 2010

App per comunicare:

  • WhatsApp. Manda dei simil sms a chi ha WhatsApp. Una sorta di messenger.
  • Skype. Idem come sopra, con in più le chiamate.
  • Viber. Idem come Skype, ma senza i messaggi. In pratica permette di chiamare gli altri utenti Viber senza spendere i pochi minuti concessi dalla 3. Insomma, Skype meno WhatsApp = Viber. Polemiche sul fatto che si ciucci la rubrica dei contatti per i suoi porci comodi.

Social Network

  • Facebook. Sempre connesso con tutti gli amici. Gli sms ormai sono obsoleti. Con gli ultimi aggiornamenti, riesco anche a caricare le foto. Prima, misteriosamente, mi si incartava l’app.
  • Anobii. Finalmente si sono svegliati. La versione precedente dell’app era disastrosa. Per far funzionare quest’ultima versione, prima bisogna cancellare quella vecchia.
  • Twitter. Troppi contatti ti mandano in tilt. Paradossalmente, meglio il twitter su pc.

Notizie

  • L’Unità. Poche news ma buone.
  • Il fatto quotidiano. Idem come sopra.
  • Sport Mediaset. Per distrarsi un attimo.
  • La Stampa. Mi affido all’edizione web. Per la versione “cartacea”, rimango su carta.

Giochi

  • Catacombs. Un classico Diablo a livelli. Carino.
  • TrainConductor. Fai il capostazione e sposti i treni col dito. Noiosetto o divertente, a seconda del mood.
  • iMobsters. Già cancellato. Tipo Mafia Wars.
  • Lil’ Pirates. Manda in giro per il mondo i tuoi piratini. Un po’ noiosetto dopo i primi giorni.
  • Galaxy On Fire. Fantastico simulatore spaziale. Mi ricorda i vecchi tempi di X-Wing.
  • Zombies. Boh. Tipo iMobsters. Anch’esso cancellato.
  • Gun Bros. Divertentissimo gioco che vede due nerboluti fratelli intenti a sparare contro ogni tipo di mostro. Molto divertente e praticamente infinito. Ancora in sviluppo: 2 pianeti disponibili ma in cantiere ce ne sono ancora una decina.
  • Smurfs. Gioco promozionale, probabilmente. Gestionale, ma un po’ noioso. Cancellato.
  • Fishies. Happy Aquarium per iPhone. Cancellato.
  • WPT Texas Hold ‘em. Poker.
  • Sudoku Daily. Sudoku, spesso difficile.
  • Chase The Dot. Schiaccia il punto. Divertente.
  • Driver. Già, proprio quel Driver là.
  • Gunclub 2. Carica e scarica pistole. Non è un vero e proprio gioco. È una di quelle app inutili che però sei sempre lì che pasticci.
  • ElementZ. Tipo Bejeweled. Mette a dura prova il touchscreen.
  • Shotgun Duel. Duelli in ufficio. Se solo il wireless trovasse gli altri iPhone.
  • Basketball MMC. Fai canestro e diventi bravissimo. Bel passatempo, ma io sono scarsissimo.
  • Geared. Gli ingranaggi che ti faranno passare divertenti quarti d’ora. Finché non imprechi urlando che è impossibile completare un livello.
  • Academy. Star Wars, ma troppo difficile da giocare con le dita. Cancellato.
  • Samurai: Dojo. Samurai che picchia altri samurai. Carino, ma sono scarsissimo.
  • Infinity Blade. Il gioco del momento. Grafica mozzafiato. Da provare. A pagamento.

Fumetti

  • Marvel
  • DC Comics
  • iComic Viewer
  • ComicZeal
  • Clz Comics
  • Digital Comics

Note

  • To Do
  • aNotes
  • Fast – Diary
  • Shopaholic
  • ShopPadAdv
  • iDatabase

Utility

  • Bump
  • Genius Scan
  • iTorcia
  • Level Tool

Torino

  • Pizza In Town
  • iToret
  • DNA Italia

Svago

  • Talking Tom
  • Talking Roby
  • iArrotino
  • Flight Radar 24. Per avere sempre il controllo totale sui cieli del mondo.

Film e TV

  • Best Movie
  • IMDb
  • iMTV
  • Televideo
  • Episodes
  • 24.tv
  • TVblog

Wizards’ D&D e Magic

  • iRollDice
  • Magic Score

Info e news per l’App Store

  • FreeAppADay
  • iSpazio

Altro

  • Stellarium. “Il cielo in una stanza”
  • Office^2 Plus. Office in ogni dove.
  • WordPress. Sempre connesso al tuo wordpress di fiducia.
  • iBibbia2008. Casomai servisse un versetto…
  • Wikipedia. Mi è andato un mese per capire che potevo settare la lingua italiana…
  • La tua banca. Estratto conto e movimenti di Intesa San Paolo. Nei movimenti non ti mette il negozio in cui hai usato il Pos. Grave mancanza.
  • Stanza.
  • iPasta
  • Street Museum of London
  • Ebay
  • MobileRSS. I tuoi feed sempre a portata di mano.
  • Word Lens. L’applicazione più celebre della settimana. Wow.

Soldi

  • iXpenseIt. Il migliore, dopo aver provato iDindi, myExpenses e Spend.

Il mondo non ha compreso Alfonso Luigi Marra

19 dicembre 2010


Io penso che Alfonso Luigi Marra meriterebbe molta più notorietà. Non dico in TV, o in libreria, ma perlomeno su internet. Marra ha tutte le potenzialità per diventare un tormentone di internet, eppure anche Facebook sembra snobbarlo.
Qui di seguito riporterò tutto quello che si trova su internet su di lui:
Chi è Alfonso Luigi Marra?

Wikipedia: Alfonso Luigi Marra (San Giovanni in Fiore (CS), 18 dicembre 1947) è un avvocato e scrittore italiano, già parlamentare europeo.
Avvocato
E’ un avvocato cassazionista con studio a Napoli specializzato in cause contro le banche.
Scrittore
Ha scritto alcuni testi nei campi della psicanalisi (pur non essendo psicanalista), della sociologia, della storia della cultura, della politica e del diritto.
Ha esposto, soprattutto ne La storia di Giovanni e Margherita, una teoria su ciò che egli definisce il “modo di formazione del pensiero”, ovvero il modo in cui l’individuo, sotto la spinta delle pulsioni fondamentali, elabora il suo sapere e giunge alla comprensione dei fenomeni.
Politico
Nel 1987 ha fondato il Partito di Azione per lo Sviluppo, che viene definito “né di destra né di sinistra né di centro” nel documento “Causa della fondazione ed ideologia del PAS”. Sempre nel 1987 ha fondato anche l’associazione “Fermiamo Le Banche”, che si propone di combattere il sistema bancario ed il signoraggio primario e secondario nonché l’inefficienza del sistema giudiziario e la durata eccessiva dei processi.
È stato eletto deputato europeo alle elezioni europee del 1994 nelle liste di Forza Italia, dalla quale si è poi però dimesso, rimanendo iscritto al gruppo politico Gruppo Forza Europa (poi UEN) come rappresentante del PAS.
È stato membro della Commissione per gli affari istituzionali, della Commissione per la pesca, della Delegazione per le relazioni con l’Australia e la Nuova Zelanda, della Commissione per i trasporti e il turismo.

I libri di Alfonso Luigi

La storia di Giovanni e Margherita: parola alla figlia

La storia di Giovanni e Margherita: parola ad Alfonso!

Il labirinto femminile, interviene anche Manuela Arcuri!

Il canale Youtube di Alfonso Luigi

Oltre agli spot, il canale Youtube di Marra presenta anche altri interessantissimi video:
Sara Tommasi e Aida Yespica che discutono (beh, forse discutono è un po’ esagerato) con Marra di Signoraggio (questa è solo la prima di 4 parti).

Facebook

Su Anobii, i suoi ultimi due romanzi non sono stati letti da nessuno. Facebook purtroppo non sembra apprezzare molto il mio nuovo scrittore preferito. I gruppi sono pochissimi e poco frequentati: