L’indovinellone di Novembre

30 novembre 2007

Nell’ultimo giorno di Novembre arriva l’indovinellone! Appena in tempo!
Film recentemente passato al cinema e tratto da un romanzo che non avevo letto di uno scrittore che seguo con attenzione. Tempo qualche giorno e si farà pure una recensione, appena ne ho voglia. Tranquilli, mi ricordo di voi vincitori delle passate edizioni: i premi stanno per arrivare! Questa volta il premio è… a sorpresa.
indovinellonenovembre.jpg

Torino: 61 vs 67

27 novembre 2007

IN SOCCORSO DELLA PENURIA DI POST, ARRIVA order generic cialis LEO!


Prendo il pullman urbano quasi ogni giorno (assiduo frequentatore del 61 e 67) e ogni volta mi accorgo che attorno a me c’è un piccolo universo. Personaggi unici, stili di vita opposti e vite che si incontrano per poi separarsi, forse per sempre. Sguardi e occhi chiusi. Ragazze con lo sguardo perso fuori dal finestrino, ragazzi protetti dalla musica dell’ I-pod. Bambini rompiballe e vecchiette che si lamentano per ogni cosa.
[...]

Cartello indelicato

23 novembre 2007

Mi scuso se il sito non è molto aggiornato in questi ultimi giorni e se non sono più passato a trovare gli amici di blogroll ma sono stato piuttosto lontano dal computer. La strada in salita comunque continua a salire, oggi con un contributo di Leo che ci mostra questo strano cartello incontrato presso un ospedale napoletano.
State andando all’ospedale, guardate fuori dal finestrino e vedete questo cartello. Il sangue si gela nelle vostre vene e sperate che sia un falso allarme, che non sia quello che state pensando.
incurabili.JPG

MM: Matteo Mondiale

16 novembre 2007

Dal sito degli Alpini Trofarello rubo un’immagine di Matteo che, quatto quatto, la scorsa domenica ha partecipato ai Mondiali UISP di podismo nella rappresentativa nazionale italiana, classificandosi 21° assoluto con il tempo di 1h14’57″.

matteo.jpg

Fidatevi di me, il caffé fatelo sul momento

9 novembre 2007

caffettiera.gifLeggevo con disgusto, raccapriccio e anche un pizzico di ribrezzo, la tremenda abitudine della neo vicina di link Viola. Nome Viola, cognome Viadella, campana che non sopporta i campanellini, con un bel blog che vi consiglio di visitare.
L’abitudine in questione è ovviamente inerente al titolo: Viadella (spero non si arrabbi per questo nick che le ho coniato), come peraltro fa pure mio padre (e a volte pure mia madre) ha il tremendissimissimo vizio di preparare la caffettiera la sera prima.
Cioè, ma vi rendete conto?!? LA SERA PRIMA!
Non so bene quali strane reazioni avvengano nella notte dentro la caffettiera, non so se è per colpa della guarnizione, dell’acqua o del caffé, sta di fatto che il caffé preparato la sera prima

  1. lo riconosco dall’odore a due metri di distanza
  2. non riesco a buttarlo giù
  3. proprio ma proprio non mi piace

E mio padre e pure mia madre e pure Viola Viadella si giustificano dicendo “ma alla mattina io c’ho sonno!!!”
E io vi rispondo: “E CHIAMATEMI!”
Piuttosto che bermi quella brodaglia fermentata sono disposto a interrompere i miei sogni farciti di Nicole Kidman, Parigi di sera, giapponesi incacchiati, fughe da prigioni e il Capitano Sisko che mi dice “Sono tornato”.
Chiamatemi, buttatemi giù dal letto e il caffè lo preparo io. Sul momento.

PAURA!

8 novembre 2007

Ci sono poche cose che nella finzione televisiva riescono a farmi paura. Fra le prime che mi vengono in mente posso citare la Lecciso, Mimun che presenta il Tg5, Fabio Canino e Costantino Della Gherardesca.
Ma c’è una persona che ogni volta che la vedo mi terrorizza, mi gela il sangue dalla punta dei piedi fino al più sottile capello. Persino ora, solo a parlarne, mi sento terrorizzato e mi osservo alle spalle compulsivamente, con la paura che spunti da un momento all’altro da dietro l’angolo del divano e rida, come solo un diavolo sa fare. Lentamente me ne vado a dormire, accendo le luci, controllo dietro al letto, non si sa mai. Poi mi addormento, ma un occhio resta vigile fino a che il sonno non m’abbia fatto dimenticare il suo volto.
Quest’uomo mi fa paura e mi perseguiterà per sempre. Il suo nome è Bob.

Show »

Ha ucciso Laura Palmer.

bob.jpg

E Mussolini disse: “Va beh!”

6 novembre 2007

“Va beh”. Intercalare elegante o fastidioso, dipende da quanto lo si usa. Io, personalmente sono un vabehista fastidioso perché quando parto ne sforno uno al minuto, a volte anche di più. Nessuno però può reggere il confronto con il primo grande utilizzatore del “va beh”: il mio (nostro) professore di Storia. Milanista sfegatato, un po’ pazzoide e con una voce così particolare da entrare nella leggenda.
Ora, noi membri della Strada in Salita, vogliamo far diventare questo “Va beh” un tormentone nazionale.
Ce la faremo? Io dico di sì.
A presto con altri storici “va beh”, per intanto godetevi questo.
mussolini-va-beh.jpg

Profondo rosso – il musical

5 novembre 2007

8.gif
La sera di Halloween siamo andati a vederci “Profondo rosso” al Teatro Colosseo di Torino. Molto strano, abbastanza fedele all’originale e piuttosto coinvolgente. Bella la scenografia e anche la recitazione era più che buona. Essendo un musical, potrei solo fare qualche appunto a due brani davvero improponibili, ma il resto era orecchiabile, le voci dei protagonisti erano molto calde e talentuose e i balletti semplici ma simpatici. Vorrei poter dire “Altro che quelli di Amici”, ma non voglio fare gaffe e scoprire che vengono tutti da lì.
Però…
Sì perché c’è un Però. Il teatro.
Possibile che nel 2007 questo teatro abbia “usabilità” pari a zero? Ho passato due ore a ciondolare la testa per vedere qualcosa, e quello dietro di me avrà fatto peggio, e quello dietro di lui ancora peggio! La pendenza del teatro era lievissima e giurerei che la visuale fosse migliore quella volta al teatrino dove fanno la recita scolastica i bambini delle elementari.