Film di ottobre (sul leggero)

31 ottobre 2007

Rassegna di film più o meno recenti visti in dvd o al cinema. Post fatto soprattutto per sfoggiare qualche altra stelletta.

Ratatouille 10
Un topolino (razza tanto amata dai cartoni animati) vuole diventare cuoco. Varie vicissitudini lo portano a Parigi, nella cucina di un famoso ristorante ex cinque stelle. Non so voi, ma io ho trovato questo film strepitoso. Non solo da un punto di vista tecnico (che da quel punto siamo davvero ai limiti della perfezione), ma anche per tutto il resto. Delizioso, ovviamente con morale ma ben studiato e ricco di tensione, commovente e divertente QB (ma senza esagerazioni). Sarà che ero in serata giusta ma ritengo che sia uno dei più bei film d’animazione di sempre. Forse esagero, non lo so, sta di fatto che a me è piaciuto davvero tanto.
Tormentone: il pollice del russo.

Shrek III 6
In complesso gradevole, ma non come i precedenti. C’è poco da dire, simpatico ma non da storia del cinema.

I Simpson 8.gif
Alla prima visione, ammetto di aver storto un po’ il naso. Avrei voluto ancora più gag, più risate e più tutto. Alla seconda visione, così come le puntate televisive, ho riso ancora di più e un sorriso mi si è stampato dall’inizio alla fine sulla faccia.

Svalvolati on the road 8.gif
Film protagonista dell’indovinellone di Ottobre. Quattro amici che sembrano i LIFAMALE del liceo decidono di lasciare tutto alle spalle per un weekend d’avventura.
Commedia bella ed educata, con poche pretese e con grandi richiami alla storia del cinema motociclistico. Anche in questo caso, a me è piaciuto moltissimo. È una commedia, non si ride a crepapelle dall’inizio alla fine ma i momenti divertenti non mancano.

Cambia la tua vita con un click 8.gif
Un uomo ottiene un telecomando magico e fa di tutto di più (ricorda un po’ una settimana da dio) tra cui accelerare le litigate, fermare il tempo, ammutolire le bisbetiche etc. ma…
Voglio i finali str***i. Quanto sarebbe stato bello se il film fosse finito con la morte del protagonista? Rispondo io, sarebbe stato bellissimo e con una morale (la stessa) ancora più marcata: quel che lasci indietro non lo potrai più recuperare.

The good sheperd 8.gif
L’unico film degno di nota e serioso di questa lista… non l’ho capito. Intendiamoci, quel che ho capito del film mi è piaciuto ma il finale IMO è a doppia interpretazione. La storia tratta di un agente della CIA antipatico come pochi che, dalla seconda guerra mondiale alla baia dei porci, fa carriera e vive in prima persona importanti eventi storici. Storia spezzettata con flashback e flashforward incomprensibili se non stai attento alle didascalie (e lì sta la nostra colpa: non abbiamo prestato sufficiente attenzione) dove l’unico modo per distinguere il cambio di scena è fare caso alla montatura degli occhiali del protagonista e ai riferimenti storici (che magari tardano ad arrivare). Per chi l’ha visto chiedo: come finisce? Matt Damon accetta o no la proposta del russo? Necessito di una seconda visione.

Dibattito sul metodo

28 ottobre 2007

Non vorria mai che par i voti e i giudizi, questo loco sembrasse zeppo di spocchia, quantunque per voler scrivere in siffatti posti un po’ di spocchia sia necessaria.
Il materialismo e alcuni suoi esponenti come Marx e Matteo, sostengono che inserire il voto sia superfluo. Già la descrizione in sé dovrebbe far capire il giudizio di un film, un libro o un fumetto. Opinione condivisibile, certo, ma d’altro canto, i funzionalisti come Merton e Quadrilatero sostengono che il voto esplicitato abbia la funzione di chiarire il giudizio e non di sostituirlo.
Pertanto, per far cosa gradita e coinvolgere lo sporadico lettore, indico un sondaggio. Così, giusto per gradire, nelle recensioni è meglio aggiungere il voto o no?
Attendo fremente le vostre opinioni.
[...]

Heroes terza stagione: Sylar va a Roma

26 ottobre 2007

Ispirato da un commento di Pat, Sylar va a Roma e si fa una scorpacciata di superpoteri. Perché, si sa, i politici italiani sono tutti supereroi dotati di superpoteri. Alcuni hanno dichiarato la loro identità al mondo, altri preferiscono celarsi dietro a una maschera e a un nome pittoresco. Quali saranno i cervelli di cui si nutrirà Sylar? Da settembre 2008, in scaricamento folle su eMule.

mastella.jpg

Capitan Mastella – ha il potere della telecinesi sui magistrati.

berlusconi.jpg

Berlusc1 – ha il potere di sparare palle e, nonostante ciò, far ridere la gente.

prodi.jpg

Prodi – ha il potere di assimilare i poteri altrui. Nessuno se l’aspettava ma ha assimilato tutti i poteri di Berlusc1

antonio-di-pietro.jpg

D-Pietro – ha il potere di sbagliare i congiuntivi.

rutelli.jpg

Rutelli – ha il potere di svegliarsi alla mattina già truccato.

capezzone.jpg

Capezz1 – ha il potere di essere antipatico a tutti.

calderoli.jpg

Calderoli – ha il potere di svuotare il cervello a piacere (un avversario ostico per Sylar!!!).

andreotti.jpg

Andre8 – ha tantissimi poteri oscuri. Il più noto è quello di accelerare il tempo e far dimenticare le cose.

casini.jpg

Casini – ha il potere di separarsi senza farsi beccare e rimanere un cattolico modello.

Ce ne sarebbero molti altri ma mi fermo qui. Aggiungetene di vostri se volete!

Hytok: DaleMan – ha il potere di spegnere le ostilità fra fazioni opposte, in sua presenza Sylar è innocuo!

TFM: Casini - ha anche il potere di sposarsi -ultim’ora- facendo credere al mondo di essere sempre stato tale.

Loredana: Fassino - L’uomo unvisibile.

Leo: Bossi – ha il potere di odiare i meridionali e averne sposata una.

Giovani idee del ca**o

25 ottobre 2007

Il Ministero alle Politiche Giovanili e Attività Sportive (che molto giovanilmente preferisce farsi chiamare POGAS) lo scorso anno ha indetto il primo concorso intitolato “giovani idee cambiano l’Italia”, destinato a tutti i giovani e volenterosi che avevano voglia di creare una società o un’associazione in uno dei quattro ambiti proposti (ambiente, giovani, sociale e un quarto che non ricordo).
La scadenza della presentazione della domanda era Marzo, poi posticipata ad Aprile a causa di un errore loro. Ebbene, siamo ad Ottobre e non si è ancora saputo nulla. Tempi statali, direte voi. Può essere, il punto però è un altro. Io e un gruppo di amici abbiamo presentato una domanda con un relativo progetto. Abbiamo fatto la richiesta di 10.000 €, che non è poco ma non è nemmeno tanto visto che la soglia massima era 35.000. Abbiamo studiato un’idea che fosse realizzabile e concreta e che, francamente, penso sia una bella idea. Il punto forte della nostra idea è la nuova tecnologia nonché il poco investimento necessario.
Ora però, dato che come dicevo siamo ad Ottobre e non si è visto ancora nulla, ricevo una telefonata: un tizio, un singolo, un non più giovanissimo, mi comunica che ha un progetto. Un bel progetto. Un progetto quasi uguale al nostro seppur non abbia mai sentito parlare della nostra idea. Semplicemente: abbiamo avuto la stessa idea. Amen.
Non voglio entrare nei dettagli del nostro progetto ma il punto è che a causa dei tempi lunghissimi (si avranno gli esiti *forse* a Gennaio) la nostra brillante (ma facilmente pensabile) idea è stata nel frattempo pensata da un altro, sarà realizzata prima di noi e sfrutterà l’onda della novità.
La nuova tecnologia è un investimento se sfruttata appena essa entra sul mercato. La nostra “innovazione” era proprio lì: entrare nel mercato prima che i concorrenti si rendessero conto di ciò (e fidatevi, nell’ambiente sono piuttosto lenti). L’unico pericolo era che un nuovo soggetto entrasse in gioco, e così è stato, in modo tale che per il mercato noi saremo solo dei copioni dilettanti.
Quindi, caro POGAS, grazie per i lunghissimi tempi d’attesa e grazie per le tue stupide clausole del cazzo perché a causa loro abbiamo dovuto aspettare i tuoi comodi e, così facendo, siamo stati raggiunti da chi l’idea l’ha avuta molto tempo dopo.

Football americano

23 ottobre 2007

Sono gasato. Appuntamento a giovedì sera.
Abbiamo un’allenatore. Abbiamo otto giocatori. Abbiamo gli avversari. Abbiamo sei fogli di tattiche.
Speriamo che basti e che le ossa rimangano al loro posto.

Gli indesiderati effetti di Prison Break

19 ottobre 2007

prisonbreak1.jpgCibo: (ingurgitato dalle 20:00 alle 23:00) piselli con pancetta, purée, X bistecche panate, 3 peperoncini piccanti con acciughe, 1 cioccolata calda, 1 caffé.
Sogno:
Sono in un carcere, che poi sarebbe casa di mio nonno. Sono detenuto in attesa della fine del mio processo e, ripensendoci, devo averne combinate grosse se mi hanno già messo in carcere…
Il direttore del penitenziario è mio zio, coadiuvato da mia zia che so che c’è ma che non vedo. In carcere è anche presente mia cugggina ottenne (la figlia dello zio direttore di carcere) e la sua amica settenne vicina di casa. Scorrazzano liberamente per il cortile ghiaioso mentre lo zio sta nel suo ufficio: il garage di mio nonno.
La cosa più inquietante è che mia cugina ha le <br> nelle ginocchia, sì esatto, i tag html per andare a capo, quelle <br>!. È inquietantissima! Come se su Firefox avessi chiesto di vedere il codice sorgente di mia cugina e avessi visto una serie sparpagliata e lunghissima di <br>. Peccato che io non abbia chiesto di vedere nessun codice sorgente e che lei le sue <br> sulle ginocchia le faccia vedere a tutti. Poverina.
Vado dal direttore mio zio e gli dico che, dato che è domenica, mi piacerebbe poter andarmene a casa qualche ora per vedermi le partite. Lui mi risponde che le partite sono già iniziate… “Cacchio – penso – ora non mi lascia andare, ‘sto maledetto di mio zio!” Ma invece conclude la frase dicendomi che se mi sbrigo riesco ancora a vedere parte del primo tempo. Grazie zio. Gli chiedo se vuole che mi porti dietro una guardia che mi controlli, ma mi dice di no, che non è necessario. Penso per un millisecondo alla fuga, ma non è il caso. Non sono ancora nemmeno condannato.
Gli parlo poi dell’amica vicina di casa di sua figlia e gli dico che ha le <br> nelle ginocchia. Lui dice che non è normale e che dev’essere qualche brutta malattia. Peccato che la malata non sia lei ma sua figlia, mia cugggina. Che faccio? Glielo dico? No, sarà per il prossimo sogno. Mi sveglio subito dopo che il cellulare suona.

Prison Break – stagione 1

18 ottobre 2007

scofield.jpgNon ci sono parole. Probabilmente meglio di Heroes, al pari di Lost, Prison Break entra direttamente nella Top10, Top5, top qualsiasi cosa dei telefilm, o almeno ci entra questa prima stagione, il resto non so, non l’ho ancora visto. Quel “un terzo” che ho visto è davvero ben fatto e costruito col compasso in ogni singola parte: non una puntata inutile, non un dialogo di troppo, non un personaggio sballato, né un dettaglio lasciato in sospeso per più di qualche puntata. Io voglio le cose studiate al millimetro, lo si è già capito dalla mia recensione di heroes terribilmente simile a questa, ma qui io mi esalto! Tutto calibrato, studiato, esattamente come il protagonista e come il piano di fuga. Bravissimi, c’è poco da dire. Dopo essermelo fatto consigliare da diverse direzioni, finalmente ho ascoltato il consiglio e me lo sono guardato in meno di una settimana (No, non è vero, ci ho messo quasi tre settimane, ma a causa di alcuni lievi impedimenti).
22 puntate che variano dal 7.5 al 10 e lode. Mai una puntata insufficiente, anche se non esistono vere e proprie puntate: un’unica vicenda narrativa che va verticale alla fine. Pensavo fosse più violento dato che siamo in un carcere, eppure non raggiunge mai lo splatter diffuso, evita l’esagerazione di complotti (tranne alla fine-fine-fine), dribbla le puntate superflue di approfondimento dei personaggi (che alla fine non ce ne frega mai niente dei flashback di Lost…) limitandosi a fare una sola e generale puntata sul passato di tutti (40 minuti e sappiamo tutto) e va dritto al punto, con i soliti ben pensati dilemmi e una risoluzione quasi sempre impeccabile. Un finale che parte a 10 puntate dalla fine e ti chiedi “cosa ci sarà nelle restanti?” Ma pian piano che arrivi alla fine capisci e apprezzi.
Due righe sulla trama. Michael Scofield viene incarcerato nel carcere di Fox River. Scopriamo pochi minuti dopo l’inizio della prima puntata che è finito lì volontariamente e con un preciso motivo: far evadere suo fratello Lincoln Burrows (io credevo Barros) che presto verrà giustiziato. Morti ammazzati, personaggi cattivi credibili e personaggi buoni credibili. Pazzi, maniaci, incarcerati giustamente, incarcerati ingiustamente, neri, bianchi, guardie, ladri e gente che sa troppo e va eliminata. A parte alcuni nei (il motivo che ha portato C-Note in carcere è stupidissimo), la serie è bella, bella, bella.
Non è un telefilm in prima tv come poteva essere Heroes, quindi questo probabilmente molti di voi lo avranno già visto. Io però, per sicurezza, ve lo ribadisco: GUARDATELO!
Questa prima stagione sfiora la perfezione. Ora però la domanda sorge spontanea: cosa cacchio c’è nella seconda e terza stagione?
Domanda retorica, ovviamente… quindi non rispondetemi.

Giancarlo Magalli

17 ottobre 2007

magalli.jpgLeggo spesso critiche a Piazza Grande e a Giancarlo Magalli.
Non lo guardo, ma le rare volte che mi capita di passare da Rai Due, Magalli mi piace sempre. Io trovo che sia un conduttore molto “avanti”, molto più moderno di certi giovanotti che ci sono ora. Ok, la trasmissione sarà anche una grandissima cretinata, ma a me lui piace. Piace solo a me?